Contributo ambientale per gli imballaggi in plastica biodegradabile

Su proposta di Biorepack, il Consorzio nazionale per il riciclo organico degli imballaggi in plastica biodegradabile e compostabile, il Consiglio di amministrazione CONAI ha rideterminato il contributo ambientale per gli imballaggi in plastica biodegradabile e compostabile (certificati e conformi alla norma armonizzata UNI EN 13432:2002 da parte di organismi accreditati), quali:

- sacchetti monouso per il trasporto merci;

- sacchi per frutta e verdura o altri alimenti venduti sfusi (reparti del fresco);

- piatti, bicchieri e altri imballaggi alimentari (pellicole, vassoi, vaschette, retine, sacchi, etc.);

- capsule per sistemi erogatori di bevande (caffè, cioccolata e latte);

- altri imballaggi (bottiglie/flaconi, vaschette in espanso per gelati, etc.).
 

In particolare, il contributo ambientale sarà pari a 294 euro/tonnellata ed entrerà in vigore dall’1 luglio 2021.

Sino al 30 giugno 2021 continua ad applicarsi il contributo ambientale previsto per gli imballaggi in plastica, a seconda della fascia di appartenenza.

Biorepack si colloca all’interno del sistema CONAI come nuovo consorzio di filiera e si occupa della gestione del fine vita degli imballaggi in plastica biodegradabile e compostabile, certificati e conformi alla norma UNI EN 13432:2002. Il suo compito principale è l’avvio a riciclo della frazione organica degli imballaggi immessi nel circuito della raccolta differenziata e della loro trasformazione in compost tramite specifico trattamento industriale.

Luca Ruini, presidente CONAI, sul nuovo contributo ambientale per gli imballaggi in bioplastica: “Rappresenta un nuovo passo avanti verso l’operatività del nuovo consorzio, che permetterà agli imballaggi biodegradabili e compostabili di vedere ottimizzati i loro processi di riciclo all’interno della filiera dei rifiuti organici. Ossia il loro destino naturale".
 

Altre notizie

  • 25 Ottobre 2021

    Prodotto

    Regolamento europeo “Conflict Minerals”

    Il Regolamento (UE) 2017/821 (D.lgs n.13 del 2 febbraio) stabilisce l’obbligo di applicare il dovere di diligenza per gli importatori di minerali e metalli da zone di conflitto e ad alto rischio (i c.d....

  • 22 Ottobre 2021

    Prodotto

    DOGANE: RAFFORZAMENTO DEI CONTROLLI REACH E CLP

    A tutela dei consumatori, dei lavoratori e dell’ambiente, il 5 agosto 2021 il Ministero della salute e l’Agenzia delle accise, delle dogane e dei monopoli (di seguito ADM) hanno sottoscritto la convenzione...

  • 19 Ottobre 2021

    Igiene e Sicurezza

    Pubblicato il DPCM in merito ai controlli sul Green pass nei luoghi di lavoro

    Sulla GU del 14/10/2021 è stato pubblicato il DPCM del 12 ottobre 2021 (link), che modifica il precedente decreto del 17 giugno e contiene anche alcune novità in merito ai controlli sul Green pass. Sono...